Il Sentiero Rilke tra Storia e Natura

Previous Next
Informazioni:

Scheda Offerta
Download (.pdf)
 
Modulo di Prenotazione
Download (.pdf)

Adatto a
scuola materna, scuola primaria di primo e secondo grado, scuola secondaria.
 
Durata
1 ora e mezza circa

Disponibilità
tutto l’anno su prenotazione (preferibilmente da primavera ad autunno compresi)

Lingue disponibili
Italiano, Sloveno e Inglese su richiesta

Numero di partecipanti minimo e massimo
minimo partecipanti 15, in caso di numero inferiore si cercherà di accorpare gruppi diversi soddisfando le esigenze di ognuno

Prezzo
5,00 € cad.

Gratuità
docenti gratuiti

Cosa è incluso
passeggiata sul sentiero Rilke con guida naturalistica, lezione didattica su flora fauna e storia del luogo.
 
Cosa non è incluso
trasferimento, pasti

Attività non adatta ad alunni con disabilità
la strada è sterrata e presenta difficoltà nel trasportare persone in carrozzina.

Alternativa in caso di maltempo
Nel caso le condizioni atmosferiche non permettano la visita sarà possibile spostare la prenotazione in un’altra data.

Informazioni pratiche
munirsi di pranzo al sacco o merenda se necessario. Vestirsi con abbigliamento comodo e scarpe sportive, portarsi una bottiglietta d’acqua. Non presenti servizi igienici.
Nel caso in cui si presentino dei problemi per i quali a visita deve essere disdetta e/o spostata per cause non imputabili alla Gemina si richiede di avvisare 48 ore prima. Nel caso la classe non si presenti all’appuntamento il costo della visita sarà comunque dovuto.

Punto di partenza
Piazzale DeBanfield Sistiana.

Luoghi di interesse
Sentiero Rilke.

Punto di arrivo
lo stesso del punto di partenza.

sentiero rilkeUn percorso, affacciato sul mare Adriatico, che si snoda agevolmente lungo il crinale carsico tra Sistiana e Duino. Luogo caro al poeta Rainer Maria Rilke, che fu ospite illustre del vicino castello di Duino, oggi Riserva naturale regionale. Qui è possibile ammirare i fenomeni del carsismo epigeo associati ad una vegetazione particolare, per la collocazione geografica, quella della macchia mediterranea, ricca di specie sclerofille sempreverdi e custode dell’unica stazione al mondo di Centaurea kartschiana

L’acqua cadendo al suolo attraversa l’atmosfera caricandosi di anidride carbonica.
Si forma un debole acido, debole ma sufficiente per modellare le rocce che formano il Carso. Ad un’azione esterna, che dissolve il calcare creando sculture quali gli hum, i campi carreggiati, le vaschette di corrosione e così via si abbina un’opera di costruzione sotterranea che riempie grotte e anfratti di stalattiti, stalagmiti e altre concrezioni a volte incredibili.

Lungo il sentiero Rilke si assiste allo sviluppo di quasi tutti i fenomeni epigei del carsismo, in una cornice paesaggistica incantevole. Le falesie offrono anche spunto per capire i movimenti tettonici che hanno innalzato il Carso dal mare dove le rocce si erano formate milioni di anni prima.